Informa i tuoi amici sui social.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
La tendinite può colpire uno o più tendini muscolari del ginocchio, facenti parte della loggia posteriore della coscia, ovvero l’insieme dei muscoli posteriori della coscia deputati a piegare il ginocchio: gli ischio crurali.

   Le Cause

 

I muscoli di questa parte del corpo sono particolarmente soggetti a stiramento e a sviluppare conseguentemente a tendiniti a causa della loro natura e della loro funzione.

Questi muscoli hanno una forte prevalenza tendinea e inserendosi sulla parte posteriore del bacino intervengono per garantire la postura eretta.

Vanno facilmente soggetti a contrattura a causa dei piccoli traumi in allungamento cui sono sottoposti.

La tendinite può colpire giovani che si sottopongono ad attività sportiva senza adeguato allenamento, sforzi eccessivi e persone anziane nelle quali può essere conseguenza di rigidità dovuta alla perdita di elasticità dei muscoli e tendini.

I Sintomi

 

 

In primo luogo dolore nella parte posteriore del ginocchio soprattutto quando si cammina o quando si allunga o si tenta di piegarlo che può irradiarsi fino al bacino.

Gonfiore nel cavo popliteo (dietro al ginocchio)

Impotenza funzionale: difficoltà a muovere il ginocchio.

 

La Diagnosi

 

La diagnosi dovrà essere effettuata da uno specialista in quanto il ginocchio potrebbe manifestare gli stessi sintomi anche in conseguenza di altre patologie: lesioni al menisco, artrosi ecc.

Il medico potrà richiedere una ecografia o una risonanza magnetica per  la diagnosi.

Il Trattamento       

           

 

In fase acuta è sempre consigliabile ghiaccio e riposo.

Potrà essere effettuato massaggio decontratturante direttamente sul muscolo e sul polpaccio.

Stretching mirato ovvero effettuato passivamente per restituire al muscolo la lunghezza e evitare l’eccessiva trazione sul tendine.

Il medico potrà consigliare antinfiammatori.

La guarigione potrà essere aiutata da trattamenti con ultrasuono terapia.

Nei casi più seri che tardano a migliorare potranno essere indicate infiltrazioni con cortisonici dallo specialista.

La tendinite può cronicizzare, adottare abitudini che aiutino a limitare le riacutizzazioni può essere molto importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *