Informa i tuoi amici sui social.
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Il nervo radiale si trova nel braccio e aiuta a controllare il movimento dei tricipiti, l’estensione del polso e delle dita e la sensazione in una parte della mano.

La lesione del nervo radiale può causare dolore, debolezza e perdita di funzionalità a livello di polso, mano e dita. Un termine comune per questo è la paralisi del nervo radiale.

In questo articolo, spiegheremo che cos’è il nervo radiale e perché è soggetto a lesioni. Vedremo anche le cause, i sintomi e i trattamenti più comuni per la paralisi del nervo radiale.

Cos’è una lesione del nervo radiale?

giovane donna con dolore nella parte superiore del braccio

Una lesione del nervo radiale si riferisce al danno al nervo nella parte superiore del braccio.

Questo nervo controlla il muscolo tricipite. Aiuta anche a prolungare il polso e le dita e fornisce sensazioni in una parte della mano.

Il nervo radiale è vicino all’osso nella parte superiore del braccio, quindi è vulnerabile alle lesioni, soprattutto se il braccio si rompe.

Ci sono diversi gradi di danno ai nervi:

  • Neurapraxia , una lesione di primo grado, è la classificazione meno seria.
  • L’assonotmesi si riferisce a una ferita di secondo, terzo o quarto grado.
  • La neurotmesi , una lesione di quinto grado, è la forma più grave di danno ai nervi.

Lesioni al nervo radiale possono portare a paralisi del nervo radiale.

Sintomi

I sintomi della lesione del nervo radiale e la paralisi risultante includono:

  • dolore
  • debolezza al polso, alla mano o alle dita
  • perdita di funzione nel polso, mano o dita

Le cause

carica di spalla nel football americanoLesioni sportive possono causare danni ai nervi radiali.

La causa più comune di danno del nervo radiale è un omero rotto, che è l’osso che corre dal gomito alla spalla.

Una persona può anche subire danni ai nervi radiali durante l’intervento chirurgico al braccio o da un trauma.

Altre cause di lesioni del nervo radiale includono:

  • un colpo diretto, come quelli sostenuti durante un incidente d’auto o lesioni sportive
  • lesioni che coinvolgono oggetti appuntiti, come coltelli o vetro
  • pressione sostenuta, per esempio dall’uso scorretto delle stampelle
  • lesioni da schiacciamento
  • dormire sul braccio

Diagnosi

Per diagnosticare una lesione del nervo radiale, un medico effettuerà una valutazione fisica. Sposteranno ciascuna articolazione nella parte superiore del braccio e chiederanno alla persona di segnalare qualsiasi sensazione di stiramento, formicolio o dolore.

In alcuni casi, il medico può eseguire altri test per determinare la posizione esatta e la gravità della lesione. Questi includono:

Test elettrodiagnostici

Una lesione del nervo può rallentare o interrompere la trasmissione di segnali elettrici nel corpo. Misurare la velocità e il grado di questi segnali nel nervo può aiutare con la diagnosi.

Esistono due tipi di test che un medico può utilizzare: elettromiografia e uno studio di conduzione nervosa.

Test di imaging

Le tecniche di imaging medico, come i raggi X, gli ultrasuoni e la risonanza magnetica possono aiutare a localizzare e valutare la gravità del danno ai nervi.

Trattamento

Imbracatura di fissaggio medico sul braccio di pazienti maschiIndossare una fascia aiuterà a proteggere il braccio mentre guarisce.

Le opzioni di trattamento dipendono dalla causa e dalla gravità del danno.

Una lesione neuropraxica minore di solito si risolve da sola, con sensazione e funzione che ritornano entro poche ore o settimane al massimo. Questo è tipico dei danni minori, come ad esempio il fatto di dormire sul braccio.

Per lesioni moderate, un medico può raccomandare riposo e non usare il braccio quando possibile.

Se la persona soffre, o il problema è dovuto al gonfiore, possono essere d’aiuto farmaci antinfiammatori non steroidei da banco come l’ibuprofene.

La paralisi del nervo radiale dopo un braccio rotto è molto comune. Fino al 95% delle persone effettuerà un recupero completo senza intervento chirurgico. Il medico può raccomandare di indossare una fascia per mantenere l’arto stabile mentre guarisce.

Se la rottura è stata grave, o se il problema non migliora con il riposo e il trattamento moderato, una persona potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico.

Le procedure che un medico può raccomandare includono:

Riparazione del nervo

Alcuni casi richiedono un intervento chirurgico.

Se i danni ai nervi sono troppo gravi si possono impiegare innesti o trasferimenti nervosi. Queste procedure comportano l’utilizzo di nervi da altre parti del corpo per riparare il nervo danneggiato.

Trasferimento del tendine

Questa operazione comporta la sostituzione di un tendine non lavorante con uno funzionante da un’altra parte del corpo. È un trattamento comune per le lesioni nervose. Una persona avrà bisogno di anestesia generale o locale.

Dopo l’intervento, la persona di solito indossa una stecca o un cast per 1 o 2 mesi mentre il tendine guarisce. Avranno anche bisogno di terapia fisica per aiutarli a riprendersi. Può essere necessario fino a 1 anno per sapere se l’operazione ha avuto successo.

Trasferimento muscolare funzionale

Se il danno è così esteso che un medico non può ricostruire il nervo, si può raccomandare invece un trasferimento muscolare funzionale.

Questa è una procedura relativamente nuova per sostituire un muscolo non lavorante con un “muscolo donatore” da altre parti del corpo.

Sommario

Le lesioni del nervo radiale possono portare alla paralisi del nervo radiale, che può causare dolore e una perdita di funzionalità nel braccio, nel polso, nelle mani e nelle dita. La causa più comune di lesione del nervo radiale è un braccio rotto.

I medici di solito raccomandano metodi conservativi, come il riposo, ma una persona può anche richiedere un intervento chirurgico.

 

Trad. dall’originale dal Medical News Today

Ultima recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *