Le costole sono collegate allo sterno da un tessuto resistente e protettivo chiamato cartilagine. Quando questa cartilagine si infiamma, la condizione è nota come costocondrite o dolore alla parete toracica.

Mentre questa condizione è di solito temporanea, può destare allarme, in quanto il dolore può diventare così significativo da imitare un attacco di cuore .

I medici possono anche fare riferimento alla costocondrite come sindrome  costosternale o condrodinia costosternale. La condizione di solito si risolve da sola con i trattamenti domiciliari.

 

Che cosa causa la costocondrite?

Immagine a raggi X della gabbia toracica.

Sebbene le cause siano spesso sconosciute, in alcuni casi la condizione può essere il risultato di uno o più dei seguenti motivi:

  • precedente di malattia che causa accessi di tosse
  • sollevamento pesante o esercizio fisico intenso, che coinvolge le estremità superiori e la parete toracica
  • il trasporto di borse pesanti
  • avere  seni di dimensioni ragguardevoli
  • precedenti di lesioni o infezioni al torace
  •  intervento chirurgico che ha interessato la parete toracica, come il bypass cardiaco

I medici chiamano  la costocondrite che non ha cause conosciute “costocondrite idiopatica”.

I sintomi della costocondrite

I dolori al petto possono essere lancinanti, brucianti o  dolenti. Le costole più colpite sono le seconde alle quinte.

La condizione più comunemente colpisce quelli di età superiore ai 40 anni, secondo un articolo della rivista American Family Physician . Si stima che il 13-36 per cento di coloro che cercano assistenza medica di emergenza per il dolore al torace stiano vivendo una costocondrite.

Le seguenti attività di solito peggiorano il dolore:

  • quantità significativa di tosse
  • esercizio estenuante
  • attività fisica usando le braccia, come il sollevamento di pesi.

Il dolore associato alla costocondrite si verifica solitamente sul lato sinistro del corpo, ma può interessare entrambi i lati.

Sindrome di Tietze

Esiste una variante della costocondrite chiamata sindrome di Tietze. Questa condizione causa, oltre al dolore, anche il gonfiore della cartilagine costale.

Il gonfiore della sindrome di Tietze colpisce almeno una delle quattro costole superiori, di solito la seconda o la terza costola. Mentre il dolore associato alla costiocondrite può diminuire con il tempo,  in alcune persone con la sindrome di Tietze permane il gonfiore.

Sebbene i medici non abbiano definito la prevalenza di questa condizione, ritengono che si tratti di una malattia rara. Oltre al dolore e al disagio, non causa alcun effetto dannoso a lungo termine.

 

Come viene trattata la costocondrite?

Scatole di sollevamento

I medici di solito consigliano di riposare ed evitare un intenso esercizio fisico che colpisca la parete toracica. Quindi possono prescrivere antidolorifici da banco, come l’ibuprofene o il paracetamolo.

I bambini non dovrebbero assumere l’ aspirina a causa dell’aumentato rischio per la sindrome di Reye.

In rari casi, un medico può raccomandare iniezioni di lidocaina o corticosteroidi per ridurre il dolore e l’ infiammazione . Altri trattamenti che possono aiutare ad alleviare il dolore al petto includono:

  • Applicazione di impacchi caldi.
  • Assumere sedativi della tosse per alleviare il disturbo e ridurre la pressione alla cartilagine.
  • Fisioterapia per alleviare la tensione nella parete toracica.

Se questi trattamenti non riducono l’incidenza di costocondrite di una persona, è necessario consultare il proprio medico.

Quando vedere un dottore

Se si sperimenta un dolore toracico, non si dovrebbe cercare di determinare da sé se si tratta di un problema cardiaco o costocondrite, ma è necessario ricorrere a  cure mediche immediate.

Se una persona giovane  non  a rischio di attacco cardiaco manifesta questi sintomi, deve consultare un medico di emergenza se il dolore al petto è acuto e non migliora con il riposo.

Se  è stata diagnosticata una costocondrite, ci sono ancora alcuni casi in cui si dovrebbe ricorrere nuovamente alle cure mediche immediate. Questi includono:

  • sensazione di svenimento, vertigini o stordimento
  • battito del cuore in modo irregolare o troppo veloce
  • dolore che peggiora nel tempo o non può essere alleviato dalla medicina del dolore
  • sperimentare una mancanza di respiro
  • una febbre che è superiore a 38 °  in un adulto
  • espettorato di sangue o di colore scuro

Se il dolore al petto si irradia alle braccia, al collo, alla spalla, alla mascella o alla schiena, è urgente rivolgersi immediatamente a un medico.

Come fanno i medici a diagnosticare la costocondrite?

Dolore alla spalla.

I medici spesso diagnosticano la costocondrite escludendo altre potenziali cause del dolore toracico e del disagio connesso alla condizione. Ad esempio, se una persona ha più di 35 anni, un medico potrebbe voler escludere la coronaropatia (CAD) come potenziale causa.

Gli individui a rischio di CAD, come quelli con precedenti familiari, le persone sovrappeso o chi ha fatto uso di sigarette dovrebbero essere sottoposti un elettrocardiogramma (ECG o EKG) e radiografia del torace per verificare la presenza di CAD.

Altre condizioni mediche che possono assomigliare da vicino alla costiocondrite comprendono:

  • artrite della spalla o articolazioni vicine
  • infezioni della parete toracica o cancro
  • fibromialgia , una condizione che causa dolore ai nervi
  • sindrome delle costole scivolose, quando c’è troppa mobilità nella cartilagine che sostiene le costole
  • lesioni alla spalla o al collo che causano dolore che si irradiano alla parete toracica

Può anche essere eseguito un esame fisico per rilevare la suscettibilità della cartilagine al tatto. Se una persona sta avendo un attacco di cuore o ha un altro tipo di condizione cardiaca, la cartilagine nel torace non è solitamente sensibile al tatto.

Un medico ascolterà anche il cuore e i polmoni, oltre a esaminare la pelle per eventuali segni di infezione. Una radiografia o altri studi di imaging suggeriranno ulteriori indizi per segnalare la presenza o meno di costocondrite.

 

prospettiva

Secondo American Family Physician , la costocondrite può durare da poche settimane a mesi. Può anche ripetersi se è stato causata da esercizio fisico o tensione.

La condizione di solito non dura più di un anno. Tuttavia, gli adolescenti con costocondrite possono a volte avere un periodo più lungo di sintomi.

 

trad. dall originale da Mdical News Today

Ultima recensione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *