Informa i tuoi amici sui social.
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

DEFINIZIONE E FUNZIONE

Lo psoas è un potente flessore dell’anca e un rotatore esterno del femore , è il muscolo più profondo e stabilizzante del corpo umano, che influenza il nostro equilibrio corporeo, la gamma articolare di movimento e il funzionamento degli organi dell’addome.

È l’ unico muscolo che collega la colonna vertebrale (le cinque vertebre lombari) con le gambe , quella responsabile per tenerci in piedi e quella che ci permette di sollevare le gambe per camminare. Un psoas sano stabilizza la colonna vertebrale e fornisce supporto attraverso il tronco, formando anche una buona mensola per gli organi addominali, e trasferisce il peso dall’alto verso il basso, trasmettendo flussi energetici in entrambe le direzioni.

È un muscolo vitale in tutti i movimenti che coinvolge l’equilibrio, la rotazione del tronco e delle gambe e, infine, qualsiasi movimento generale del corpo. Se questo muscolo viene costantemente utilizzato per correggere la stabilità interna, col tempo può iniziare a perdere flessibilità e ad accorciare cronicamente, causando la costrizione di altri muscoli dell’addome e della schiena a compensare l’equilibrio e quindi iniziare tutto un processo di adattamento. Questi disturbi causano, a lungo termine, lesioni croniche alla schiena, ai fianchi, alle ginocchia o ai piedi.

Lo psoas svolge un ruolo importante in relazione ai reni, al cuore e al diaframma toracico . Fa parte di uno dei più grandi complessi muscolari del corpo e nella maggior parte dei casi di squilibrio muscolare svolge un ruolo chiave. “Sede dell’anima” o “muscoli dell’anima”, sono alcune delle espressioni di rispetto usato per denominare soprattutto nella cultura orientale. Tutti di farli puntare al il forte impatto di questo muscolo sulla nostra struttura, organi e stato di energia del nostro essere Lo psoas è importante per la nostra salute, vitalità e benessere emotivo.

CONSEGUENZE DI UN PSOAS ACQUISITO

L’accorciamento dello psoas causa una tensione delle vertebre verso il basso che provoca una pressione del disco e un’iperboleosi lombare. Questo problema può causare dolore lombare a lungo termine, pizzicore, tensione nella fossa iliaca e nella coscia.

Un altro motivo che causa l’accorciamento di questo muscolo è trascorrere molte ore sedute: persone che hanno lavoro in ufficio, autisti, studenti, ecc. Se a questo si aggiunge una postura scorretta per l’uso del computer o per non utilizzare un posto inadeguato l’effetto viene moltiplicato.

Una delle qualità di questo muscolo è che si accorcia quando è rilassato e si estende mentre funziona, a differenza della maggior parte della muscolatura. Questo è il motivo per cui si verifica un accorciamento nel caso di persone sedentarie. Nel campo sportivo ciclisti, spinning, arrampicata, triathlon, calcio, ecc. sono gli atleti che hanno più incidenza a questo livello, questo è principalmente dovuto al movimento di flessione costante.

 

COMPONENTE EMOZIONALE

Alcuni studi recenti considerano anche lo psoas, un organo di percezione composto da tessuto bio-intelligente che incarna letteralmente il nostro più profondo desiderio di sopravvivenza e prosperità. Cioè, è il principale messaggero del sistema nervoso centrale, quindi è anche considerato un portavoce delle emozioni (“delle farfalle nell’intestino”) . Questo perché lo psoas è collegato al diaframma attraverso il tessuto connettivo o la fascia, quindi è influenzato sia dalla respirazione che dalla paura riflessa .

Con addome solitamente teso e compresso, diminuita vitalità e la respirazione alterata, ma è comprensibile che i psoas comporta disturbi emotivi poiché un facile – stile di vita frenetico e lo stress generano adrenalina psoas cronicamente tesi, preparazione di eseguire, agire o restringi per proteggerci. Se manteniamo costantemente lo psoas in tensione a causa dello stresscon il tempo inizia ad accorciarsi e indurirsi. Ciò ostacolerà la nostra postura e le funzioni degli organi che abitano l’addome, causando mal di schiena, sciatica, problemi al disco, degenerazione dell’anca, mestruazioni dolorose o problemi digestivi. Allo stesso modo, la sensazione permanente di insicurezza che alcune persone sperimentano può essere direttamente collegata alla continua sovraffaticamento per mantenere l’equilibrio dello scheletro.

D’altra parte, uno psoas teso invia segnali di tensione al sistema nervoso, interferisce con il movimento dei fluidi e influenza la respirazione diaframmatica. Infatti, i psoas è così intimamente coinvolti nelle reazioni fisiche ed emotive di base, che quando ha sottolineato cronicamente, sta inviando i segnali del corpo di pericolo continuo, in modo possono influenzare l’esaurimento delle ghiandole surrenali e il sistema immunitario . Questo è intimamente connesso alla reazione ancestrale di “fuga-fuga” che consente agli animali di difendersi in una situazione pericolosa, quando devono confrontarsi con un agente esterno. Questa situazione è aggravata dal modo in cui ci sediamo o dalle posizioni delle nostre abitudini quotidiane, che riducono i nostri movimenti naturali e restringono ulteriormente i muscoli. Se ci sentiamo aggressivi spesso, e senza una ragione apparente,

Ci sono molte  posizioni YOGA che lavorano per liberare la tensione inutile dello psoas ; Per uno psoas rilassato ci consente di fluire, giocare con la vita e mostrare la nostra vitalità e l’espressione creativa.

Uno psoas rilasciato consente di allungare molto la parte anteriore delle cosce e consente alle gambe e al bacino di muoversi con maggiore fluidità e indipendenza. Migliora la posizione della colonna vertebrale e dell’intero tronco, con conseguente ripercussione nel miglioramento delle funzioni degli organi addominali, nella respirazione e nel cuore. Quando coltiviamo la salute del nostro psoas, le nostre energie vitali sono rianimate e ricolleghiamo con il nostro potenziale creativo.

Lo psoas sarebbe come un organo che canalizza l’energia, un nucleo che ci collega alla terra, ci permette di creare un sostegno saldo ed equilibrato dal centro del nostro bacino. Quindi, la colonna vertebrale si allunga e attraverso di essa, tutta la nostra vitalità può fluire.

TRATTAMENTO OSTEOPATICO

 

Un livello osteopatico ci si concentrerà principalmente durante il contesto globale della persona, per valutare se i problemi non lombo-pelvici o neurologiche che possono essere correlati da uno squilibrio degli arti inferiori (problemi nel camminare supporto), un’alterazione viscerale o povero adattamento ai cambiamenti emotivi nella persona.

  • Osteopatia strutturale per risolvere qualsiasi dismetria pelvica o problema nella colonna vertebrale che colpisce l’equilibrio del paziente. Eseguiremo trattamenti sui tessuti molli a livello lombare e addominale. Nei processi discali acuti e sub-acuti, il semplice rilassamento dello psoas e del diaframma come compito fondamentale della prima sessione clinica può ridurre drasticamente i sintomi del paziente.
  • Osteopatia viscerale  per bilanciare altri problemi che osserviamo nel paziente quando si valuta come avere una storia di sciatica (per esempio in una gravidanza), avere l’intestino irritabile, ecc …
  • Osteopatia cranica per bilanciare le funzioni neurologiche ed emotive per la buona integrazione del tuo organismo ai cambiamenti stabiliti.

Più flessibile e forte è lo psoas, più la nostra energia vitale può fluire attraverso le ossa, i muscoli e le articolazioni. Da qui l’importanza dello stretching, dopo il trattamento a livello osteopatico o fisioterapia, svolgono un ruolo importante nel mantenimento di questo muscolo in condizioni ottimali di flessibilità.

Per finire, lasciamo una serie di esercizi molto semplici per tonificare, rafforzare e aiutare ad allungare il muscolo psoas e ottenere così un “core” più forte. Particolarmente importante per i corridori e coloro che per il tuo lavoro sono seduti per molte ore.

Traduzione dall’originale da “Emozioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *